Love for Nature

www.ollylove.it

BENVENUTO NEL SITO www.ollylove.it

Mi presento: sono una ragazza, mi chiamo Olly..
In questo sito vorrei raccontarvi la mia storia, in parte simile e in parte identica a quella di tante altre persone, ma con un epilogo a dir poco raro.. ma non sto parlando della mia storia in generale: vorrei raccontarvi la storia della mia alimentazione..

Sono nata all'estero e per circa sette anni sono cresciuta in un orfanotrofio.. qui il nutrimento non era un gran ché: noi bambini ci cibavamo prevalentemente di minestrina di carote e bevevamo tè in foglie.. qualche rara volta ci capitava di mangiare la pasta italiana, ma solo nelle occasioni speciali.. perciò sono cresciuta così, con una dieta povera di sostanze nutritive, niente latte, quindi niente calcio, niente carne, quindi niente fibre, né proteine, né ferro..
eppure non ho mai avvertito disturbi o malattie di qualunque genere..
Solo più tardi ho fatto luce su questo mistero, per caso, senza accorgermene..

Da quando sono venuta in Italia, all'età di sette anni, per la prima volta ho ricevuto un'alimentazione completa ed abbondante: primo, secondo, contorno, dolci, merendine, colazione, ecc.. ho cominciato subito ad aumentare di peso, ma nello stesso tempo la mia salute si indeboliva.. benché non abbia mai riscontrato alcuna malattia grave, ma solo influenze e altri casi simili, nonché comuni, mi chiedevo come mai fino a quando vivevo all'estero mi sentivo sempre così in forma, forte e tranquilla, mentre da quando mi trovavo in Italia mi sentivo sempre così pesante, debole, dal colorito pallido e agitata spesso.. mi sono sempre chiesta come mai io e anche gli altri ragazzi, che erano con me nell'orfanotrofio, avessimo sviluppato le nostre ossa così saldamente, pur non introducendo un minimo alimento ricco di calcio: non bevevamo latte, non mangiavamo formaggio, né altri latticini.. eppure sono cresciuta così robusta, al contrario di tutti quei ragazzi italiani e americani, che fin dall'infanzia crescono malsani.. Mi era venuto da pensare che potesse trattarsi dell'alimentazione, tuttavia ho continuato a nutrirmi sempre nello stesso modo, come di abitudine, convinta che il giusto modo di arricchire il corpo e di stare bene fosse di introdurre carboidrati, proteine, grassi, anche se pochi, e tutto il resto, proprio come fa la gente comune, quella che io chiamo “la massa”..

Un giorno, come per caso, ho sentito parlare di uno scienziato, di cui ancora non sapevo il nome.. nonostante avessi ricevuto solo dei cenni biografici di questa figura misteriosa, ho voluto interessarmene di più.. ho saputo che questo scienziato, vissuto a cavallo fra l'800 e il 900, era malato di una malattia incurabile (più tardi ho scoperto che si trattava di tubercolosi) e che cominciò a seguire una dieta particolare.. sembrava incredibile ad immaginarsi, ma guarì.. per questo mi sono interessata all'argomento e ho chiesto più informazioni..

L'illuminazione che ho avuto dopo aver letto uno dei libri scritti da questo scienziato era così immensa e profonda, che ho voluto divulgare le sue stesse parole..
Finalmente avevo fatto luce sul mistero del perché mi sentivo meglio a nutrirmi unicamente di carote piuttosto che di carne e pasta, e d'improvviso tutto mi è diventato più chiaro: stavo seguendo la strada della salute..

Ti stai interessando a questa storia??.. o ti stai incuriosendo alla storia di questo scienziato??..
se sì, puoi continuare a leggere, ma devo avvertirti: questo non è un comune discorso di tutti i giorni, non ne senti parlare spesso alla televisione, non senti altre persone conversare di questo scienziato e delle sue scoperte.. se veramente sei interessato e vuoi approfondire l'argomento, tieni la mente aperta, aperta ai cambiamenti, a nuove concezioni di vita, a nuove fisiologie.. non essere troppo attaccato alle tue idee, o alle idee di massa, ma cerca di ragionare..
e ricorda di trarre sempre anche solo un minimo d'insegnamento in tutto quello che leggi o che senti: potrebbe tornarti utile in futuro..

Continua a leggere